sabato 26 febbraio 2011

Matilda e Valentine Italeri (ex-ESCI)

Non so quale sia il senso di avere un blog e di scriverci sopra qualcosa (ammetto di averlo creato solo per poter seguire meglio alcuni blog altrui), ma mi faceva abbastanza pena vedere la pagina iniziale vuota.
Per cui tanto vale postare alcune foto (di pessima qualità) degli ultimi modelli realizzati.
Sopra è un Matilda II della Italeri (ex-ESCI), costruito e dipinto come da istruzioni e senza particolari interventi. Il modello benchè vecchio è di buona qualità, tra l'altro credo sia l'unica opzione in plastica nella scala 1/72. Non è difficile da montare, anche se non lo consiglierei ad un novizio.
Ha molti pezzi, è ben dettagliato, ma le istruzioni in certi passaggi sono un po' vaghe (a quanto pare è usuale per l'Italeri realizzare istruzioni vaghe per le ristampe dei kit ESCI)
I congoli sono un pezzo unico, ma per fortuna la corazzatura laterale li conitene bene. Credo sia il primo mezzo sul quale i cingoli a pezzo unico si rivelano un vantaggio anzichè uno svantaggio.
Il modello ha già visto diverse partite, e in effetti risente già dei primi segni di usura.

Above we have Italeri's Matilda II (to tell the truth, it's an ESCI reissue). A fair model, in spite of its age. Good news, because it's the only plastic Matilda II in 1/72 I think. Not too difficult to build, even if it's not the best choice for a beginner. A lot of parts, well detailed, good but somehow a bit confused instructions (seems like it's usual for Italeri to provide vague isntructions for ESCI reissues).
The tracks are the soft ones, but the design of the tank helps contain them: I think that's the forst time I find vynil track to be an advantage and not an hinderance.
This guy (or lady? well maybe it's a lady, after all is called Matilda....) has already seen several games, and it starts to show a few signs from battle fatigue :)




Ecco un Valentine sempre della Italeri (anche questo ex-ESCI). Rispetto al "cugino", questo modello risente di più della sua età, e alcuni pezzi erano piuttosto informi (probabilmente gli stampi hanno subito alcuni danni nel tempo). Il kit in sè non è poi tanto male, ma non è nemmeno esalatante. Il tempo che ho dedicato alla pittura è infatti proporzionale al mio entusiasmo, e il risultato si nota :(
La mimetizzazione del Matlida è stata molto divertente da realizzare, quella del Valentine invece non mi ha soddisfatto, del resto è troppo scialba. Se dovessi comprarne un altro (cosa che alla fine non escludo, se non altro per senso di rivalsa) lo dipingerei nella versione sovietica. In definitiva, un modello decente ma che in un modo o nell'altro non mi ha coinvolto troppo.


Here is Italeri's Valentine (this too is an ESCI reissue). Quite a good model, but unlike its "cousin" it shows several signs of its age. Some small parts were quite shapeless, I think the mould got damaged over the years, and that's a pity. I didn't enjoy this kit too much, maybe because of the camo (a bit flat, it didn't catch my enthusiasm as the Matilda's one did). If I'll buy another Valentine (and I think I'll do sonner or later) I'll paint it as a soviet one, I think the green camo would fit better on this model. 
Overall, a decent kit but not a real winner. Though it's a must if you want to wargame the North African campaign, and a good choice for a lend-lease tank in soviet service too.

Nessun commento:

Posta un commento